About

Cristina Cusani (Napoli, 1984)

Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione all’università La Sapienza di Roma si dedica allo studio della fotografia prima all’University of the Arts, London College of Communication a Londra, successivamente all’Outside School a Roma e all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Espone in alcune mostre collettive tra cui l’XI Premio Cairo a Milano. Nel 2012 segue il Laboratorio Irregolare, master class di due anni con Antonio Biasiucci da cui è nata la mostra itinerante Epifanie, esposta anche durante la XIII edizione del Fotografia – Festival Internazionale di Roma e al SIFest di Savignano sul Rubicone. Nel 2015 viene invitata per la residenza d’artista BoCs Art dove realizza due opere per il Bocs Art Museum di Cosenza. E’ finalista di importanti premi come il Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee e Un’opera per il Castello ed entra a far parte di alcune collezioni di arte contemporanea come Imago Mundi Art e Dimensione Fragile della Biblioteca Vallicelliana di Roma. Nel 2017 vince il Premio Sidicini per l’Arte Contemporanea e nel 2018 vince il Premio Residenza alla Fondazione Bevilacqua la Masa.

Nella sua ricerca artistica utilizza le esperienze quotidiane come punto di partenza per analizzare il significato dell’essere umani. Questa strada ha due direzioni: una intimista che riguarda l’identità e una che invece cerca di porre interrogativi su temi attuali in una chiave non documentaria ma analitica.In entrambi i casi lavora sul residuo, su quello che resta, la traccia, la memoria, la storia. Nei suoi progetti personali è molto importante il nesso tra pensiero e immagine: utilizza spesso la parola per accompagnare fotografie di memorie quotidiane in cui la finzione e la realtà s’incontrano, i significati cambiano, il passato e il presente diventano una cosa sola. Il risultato è un archeologia contemporanea dei trascorsi che, attraverso la ricerca delle radici, della famiglia, dell’identità, del passaggio e dell’abbandono arriva alla conoscenza del proprio essere. I lavori legati al filone più sociale e politico, sono invece opere concettuali leggibili su più livelli. L’obbiettivo in questo caso è quello di portare lo spettatore ad interrogarsi ponendo punti di vista nuovi e creando in chi guarda una reazione in equilibrio tra il riconoscimento e l’alienazione. La sua formazione è principalmente fotografica, ma non utilizza la fotografia in maniera pura, la sperimenta in tutto il suo potenziale. La sua ricerca infatti vuole andare oltre il mezzo utilizzato e per questo ha cominciato ad ampliare i suoi orizzonti artistici progettando anche opere/installazioni site-specific.

Attualmente vive e lavora tra Napoli e Roma.

 

Cristina Cusani (Naples 1984)

After she graduated in Communications at the University La Sapienza in Rome. She studied photography first at the University of the Arts, London College of Communication in London, then at the Outside school in Rome and at the Academy of Fine Art in Naples. She show her work in several collective exhibition like the XI Premio Cairo in Milan, In 2012 she attended Lab/Laboratorio irregolare a two years master class with Antonio Biasiucci, the result is the touring exhibition Epifanie exposed even at the International Festival of Photography in Rome and at SiFest Savignano sul Rubicone. In 2015 she has been invited to the art residency Bocs Art where she realized two artworks for the Bocs Art Museum of Cosenza. She is shortlisted in important awards such as the Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee and the Un’opera per il Castello and she became an artist of some contemporary art collection like Imago Mundi Art and Dimensione Fragile art collection of the Biblioteca Vallicelliana in Rome. Nel 2017 vince il Premio Sidicini per l’Arte Contemporanea e nel 2018 vince il Premio Residenza alla Fondazione Bevilacqua la Masa.

In her artistic research she use everyday experiences as a starting point to analyze the meaning of being human. This road has two directions: an intimist one that concerns identity and one that instead tries to ask questions about current issues in a non-documentary but analytical key. In both cases, she works on the residue, on what remains, the trace, the memory , history. In her personal projects the connection between thought and image is very important: she often uses word to accompany photographs of everyday memories in which fiction and reality meet, meanings change, past and present become one. The result is a contemporary archeology of the past that, through the search for roots, family, identity, passage and abandonment comes to the knowledge of one’s own being. The works related to the most social and political trend, are instead conceptual works that can be read on several levels. The goal in this case is for viewers to question themselves by putting new points of view, she want to create in them a balanced reaction between recognition and alienation . His training is mainly photographic, but he does not use photography in a pure way, he experiences it in all its potential. In fact, his research wants to go beyond the means used and for this reason he has begun to broaden his artistic horizons by designing also site-specific works / installations.

Nowadays she live and work beetwen Naples and Rome.

 

 

SELEZIONE CONCORSI E PREMI

2019 Finalista del “Premio Cramum per l’arte contemporanea in Italia”, Varedo. A cura di Sabino Maria Frassà

2019 Finalista del concorso “State of mind prize”, Vicenza. A cura di Petra Cason.

2018 Vincitrice del “Premio Smartup Optima”, Residenza d’artista alla Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia. A cura di Stefano Coletto.

2017 Finalista “Premio Francesco Fabbri”,Fondazione Francesco Fabbri, A cura di Carlo Sala.

2017 Vincitrice del “Premio Sidicini per l’Arte Contemporanea”,Teano A cura di Cesare Patanè.

2016 Finalista “Premio Un’opera per il Castello 2015”, a cura di Angela Tecce.

2016 Finalista “Premio Raffaele Pezzuti per l’arte”, Napoli. A cura di Marco Izzolino.

2015 Vincitrice concorso “L’insieme il dettaglio” a cura di Fabrizio Masucci.

2010 Finalista del “XI premio Cairo”, Milano. A cura di Luca Beatrice.

2006 Finalist at “XXXIX PREMIO VASTO D’ARTE CONTEMPORANEA“,Vasto. Curator Silvia Pegoraro.

 

SELEZIONE MOSTRE

2019 “Open Heart. Quattro laboratori per una mostra fotografica” Villa Pignatelli – Casa della fotografia, Napoli. A cura di Antonio Biasiucci

2019 “Selezione Fotografia Contemporanea” Galleria Heillandi, Lugano. A cura di Giuseppe Violetta

2019 “Il cielo sopra di me … e dentro di me che cosa?” Villa Bagatti Valsecchi, Varedo (MB). A cura di Sabino Maria Frassà

2019 “Feuer” Grenze – Arsenali Fotografici OFF, Verona. A cura di Simone Azzoni, Francesca Marra e Arianna Novaga

2019 “Opera Viva” Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia. A cura di Amerigo Nutolo.

2019 “State of mind”, Palazzo Valmarana Braga, Vicenza. A cura di Petra Cason.

2019 “Vicinanze.Studi per un idea di attraversamento”, Off gallery, Napoli. A cura di Marcello de Masi.

2018 “The family of no man” Cosmos, Rencontres de la Photographie, Arles. Curata da Brad Feuerhelm e Natasha Christia.

2018 “Dimensione Fragile” Biblioteca Vallicelliana, Roma. Curata da Jasmine Pignatelli.

2017 “12 volte la carta” Archivio parisio, Napoli. Curata da Lina Marigliano e Alberto D’Angelo.

2017 “DONI /Authors from Campania” Museo MADRE, Napoli. Curata da Chiara Pirozzi.

2017 “Casa Canvas” Affordable Art Fair, Milano. Curata da Thayse Viegas e Laura Gabellotto.

2016 “Home” The Center for Fine Art Photography, Fort Collins, Colorado (USA) Curata da Kevin Miller.

2016 “La fotografa è un luogo della coscienza” Galleria Essearte, Napoli. Curata da Pasquale Ruocco.

2015 “The Bocs” BoCs Art – Residernza Artistica, Cosenza. Curata da Alberto Dambruoso.

2015 “Epifanie” XIII Edizione FOTOGRAFIA, Festival Internazionale di Roma, Museo MACRO, Roma. Curata da Antonio Biasiucci e Marco Delogu.

2014 “Atlante.it” SI FEST #23, Savignano Immagini, Ex Mirmar, Savignano sul Rubicone (FC). Curata da Antonio Biasiucci Massimo Sordi.

2014 “Epifanie” Castel dell’Ovo, Napoli. Curata da Antonio Biasiucci e Antonello Scotti.

2013 “Snapshot” Casa della Fotografa-Villa pignatelli, Napoli. Curata da Antonello Scotti.

2013 “NiNa- Nuova Immagine NApoletana” PAN Palazzo delle Arti Napoli. Curata da Marco di Capua, Valerio Rivosecchi e Francesca Romana Morelli.

2011 “Necropoli” Project Room MADRE Museo Arte Contemporanea Donna Regina, Napoli. Curata da Incontri pour l’image.

2011 “In the Beginning…” Largo Baracche, Napoli. A cura diMaria Savarese e Ivan Piano.

2011 “Fotografabilly” Dino Morra Arte Contemporanea, Napoli. Curata da Marianna Agliottone.

2010 “XI premio Cairo” Palazzo della Permanente, Milano. Curata da Luca Beatrice.

2006 “XXXIX PREMIO VASTO D’ARTE CONTEMPORANEA” Musei Civici Palazzo D’Avalos, Vasto. Curata da Silvia Pegoraro.

 

RESIDENZE

2019 – Museo MACRO Asilo, Roma

2019 – Area Creativa 42, Rivarolo Canavese (To)

2018 – FONDAZIONE BEVILACQUA LA MASA, Venezia.

2015 – The BoCS ART, Cosenza

 

PUBLICAZIONI

2019 – Cromosomico. Rappresentazione di patrimoni – Clean Edizioni

2019 – Cuccurucucu Premio Cramum – Edizione Agra factory

2019 – Opera Viva – Istituzione Fondazione Bevilacqua La Masa

2018 – Biblioteca Pompejana – Giannini Editore

2018 – Residenze d’artista BoCS Art – Manfredi Edizioni

2017 – Palazzo Donn’Anna. Storia, arte e natura – Umberto Allemandi Editore

2016 – DONI /Authors from Campania. Imago Mundi Collection – Edizioni FABRICA

2015 – Un’opera per il Castello – Artem, Prismi Editrice Politecnica

2014 – Epifanie – Peliti Editore

2012 – NiNA Nuova immagine Napoletana – Artem, Prismi Editrice Politecnica

2010 – 11 Premio Cairo – Cairo Editore

2009 – La Grande Abbuffata – Erga Edizioni

 

COLLEZIONI

2019 – Fondazione Scudieri

2018 – Dimiensione Fragile – Biblioteca Vallicelliana

2017 – 12 volte la carta – Il filo di Partenope

2017 – Imago Mundi Art – DONI Authors from campania

2016 – FMF Fondo malerba per la Fotografia – Archivio 2016

2015 – BoCS Art Museo di arte Contemporanea, Cosenza

 

TALK

2019 – Sciame Project – Museo MACRO Asilo, Roma

2019 – Incontri D’autore: Antonio Biasiucci e il Laboratorio irregolare – MANN Museo Archeologico Nazionale, Napoli

2016 – La fotografia in discussione – Galleria Essearte, Napoli

2015 – Arte e Linguaggi. Nuove geografie della creatività – Riot Studio, Napoli

 

ISTRUZIONE E FORMAZIONE

2014 – Lab/per un Laboratorio irregolare, master class  con Antonio Biasiucci, Napoli

2012 – Laurea specialistica in Fotografa Come Linguaggio D’Arte all’Accademia di Belle Arti di Napoli

2007 – Master di fotografa professionale all’Outside School di Roma

2006 – Diploma di Foundation course in graphic design, UAL – London College of Communication

2005 – Laurea in Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma

 

 

SELECTED ACCOMPLISHMENT/AWARDS

2019 Finalist of “Premio Cramum per l’arte contemporanea in Italia”, Varedo. Curator Sabino Maria Frassà

2019 Finalist of “State of mind prize, Vicenza. Curator Petra Cason.

2018 Winner of “Smartup Optima Award”, artist residence at Fondazione Bevilacqua la Masa, Venice. Curator Stefano Coletto.

2017 Finalist at “Premio Francesco Fabbri” art prize, Pieve di Soligo(TV). Curaor Carlo Sala.

2017 Winner of the Sidicini Contemporary Art Prize, Naples. Curator Cesare Patanè.

2016 Finalist at “Un’opera per il Castello”art prize, Naples. Curator Angela Tecce.

2016 Finalist at “Raffaele Pezzuti per l’arte” art prize, Naples. Curator Marco Izzolino.

2015 Winner of the award “L’insieme il dettaglio” Curator Fabrizio Masucci..

2010 Finalist at “XI premio Cairo, Milan. Curator Luca Beatrice.

2006 Finalist at “XXXIX PREMIO VASTO D’ARTE CONTEMPORANEA“,Vasto. Curator Silvia Pegoraro.

 

SELECTED EXHIBITIONS

2019 “Open Heart. Quattro laboratori per una mostra fotografica” Villa Pignatelli – Casa della fotografia, Napoli. Curator di Antonio Biasiucci

2019 “Selezione Fotografia Contemporanea” Galleria Heillandi, Lugano. Curator di Giuseppe Violetta

2019 “Il cielo sopra di me … e dentro di me che cosa?” Villa Bagatti Valsecchi, Varedo (MB). Curator di Sabino Maria Frassà

2019 “Feuer” Grenze – Arsenali Fotografici OFF, Verona. Curators Simone Azzoni, Francesca Marra e Arianna Novaga

2019 “Opera Viva”, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venice. Curator Amerigo Nutolo.

2019 “State of mind”, Palazzo Valmarana Braga, Vicenza. Curator Petra Cason.

2019 “Vicinanze. Studi per un idea di attraversamento”, Off gallery, Naples. Curator Marcello de Masi.

2018 “The family of no man” Cosmos, Rencontres de la Photographie, Arles. Curators Brad Feuerhelm, Natasha Christia.

2018 “Dimensione Fragile” Biblioteca Vallicelliana, Rome. Curator Jasmine Pignatelli.

2017 “12 volte la carta” Archivio Parisio, Naples. Curators Lina Marigliano, Alberto D’Angelo.

2017 “ DONI /Authors from Campania. MADRE Museum, Naples. Curator Chiara Pirozzi.

2017 ”Casa Canvas“ at Affordable Art Fair, Milan. Curators Thayse Viegas, Laura Gabellotto.

2016 “Home” The Center for Fine Art Photography, Fort Collins, Colorado (USA) Curator Kevin Miller

2016 “Fotografia è un luogo della coscienza” Essearte gallery, Naples. Curator Pasquale Ruocco.

2015 “The Bocs” BoCs Art – Artistic Residency, Cosenza. Curator Alberto Dambruoso

2015 “Epifanie” XIII editions FOTOGRAFIA Festival Internazionale di Roma, MACRO Museum, Rome. Curators Antonio Biasiucci and Marco Delogu

2014 “Atlante.it” Si Fest # 23 Savignano Immagini, Savignano sul Rubicone (FC). Curators Antonio Biasiucci and Massimo Sordi.

2014 “Epifanie” Castel dell’Ovo, Naples. Curators Antonio Biasiucci and Antonello Scotti

2013 “Snapshot” Casa della Fotografa-Villa pignatelli, Naples. Curator Antonello Scotti

2013 “NiNa- Nuova Immagine NApoletana” PAN Palazzo delle arti Napoli, Curators Marco di Capua, Valerio Rivosecchi and Francesca Romana Morelli

2011 “Necropoli” Project Room MADRE Museum of Contemporary Art, Naples. Curator Incontri pour l’image.

2011 “In the Beginning”, Largo Baracche, Naples. Curators Maria Savarese and Ivan Piano

2011 “Fotografabilly” Dino Morra Arte Contemporanea, Naples. Curator Marianna Agliottone

2010 “XI premio Cairo” Palazzo della Permanente, Milan. Curator Luca Beatrice

2006 “PREMIO VASTO D’ARTE CONTEMPORANEA” Musei Civici Vasto. Curator Silvia Pegoraro.

 

RESIDENCIES

2019 – Museo MACRO Asilo, Rome

2019 – Area Creativa 42, Rivarolo Canavese (To)

2018 – FONDAZIONE BEVILACQUA LA MASA, Venice.

2015 – The BoCS ART, Cosenza

 

PUBLICATIONS

2019 – Cromosomico. Rappresentazione di patrimoni – Clean Edizioni

2019 – Cuccurucucu Premio Cramum – Edizione Agra factory

2019 – Opera Viva – Istituzione Fondazione Bevilacqua La Masa

2018 – Biblioteca Pompejana – Giannini Editore

2018 – Residenze d’artista BoCS Art – Manfredi Edizioni

2017 – Palazzo Donn’Anna. Storia, arte e natura – Umberto Allemandi Editore

2016 – DONI /Authors from Campania. Imago Mundi Collection – Edizioni FABRICA

2015 – Un’opera per il Castello – Artem, Prismi Editrice Politecnica

2014 – Epifanie – Peliti Editore

2012 – NiNA Nuova immagine Napoletana – Artem, Prismi Editrice Politecnica

2010 – 11 Premio Cairo – Cairo Editore

2009 – La Grande Abbuffata – Erga Edizioni

 

COLLECTION

2019 – Fondazione Scudieri

2018 – Dimiensione Fragile – Biblioteca Vallicelliana

2017 – 12 volte la carta – Il filo di Partenope

2017 – Imago Mundi Art – DONI Authors from campania

2016 – FMF Fondo malerba per la Fotografia – Archivio 2016

2015 – BoCS Art Museum of Contemporary Art, Cosenza

 

TALK

2019 – Sciame Project – Museo MACRO Asilo, Rome

2019 – Incontri D’autore: Antonio Biasiucci e il Laboratorio irregolare – MANN Museo Archeologico Nazionale, Naples

2016 – La fotografia in discussione – Galleria Essearte, Naples

2015 – Arte e Linguaggi. Nuove geografie della creatività – Riot Studio, Naples

 

EDUCATON

2014 – Lab\per un laboratorio irregolare, Master class with Antonio Biasiucci. Naples

2012 – Master degree in Fine Art Photography at the Academy of Fine Art, Naples

2007 – Master in Professional Photography at the Outside School, Rome

2006 – Foundation course in graphic design at the UAL – London College of Communication,

2005 – First degree in Communication at the University “La Sapienza”, Rome